domenica 24 dicembre 2017

Solo per augurarvi BUON NATALE

Se guardo la scaletta che avevo tirato giù sui post che avrei dovuto pubblicare per Natale vedo un elenco abbastanza lungo di probabili titoli ancora da depennare ("ma coi tuoi tempi fai ancora le scalette" direte voi!? - ebbene sì... e anche se poi non le uso e non riesco a rispettarle è una cosa della quale non riesco a farne a meno) che termina con "la mia letterina a Babbo Natale" che avrei dovuto pubblicare proprio... ieri.



Credevo fosse un'idea originale quella della letterina scritta da un'adulta, ma in questi giorni ne ho viste tantissime in diversi formati: scritte, filmate, fotografate... così in queste righe sto andando un po' dietro alla tastiera con il solo scopo di farvi i miei auguri di Natale, quindi se avete fretta e siete capitati qui per caso sappiate che state leggete un post senza né capo né coda e che ancora non so come andrà a finire.

Spero di riuscire ad breve perché si sa, questi sono giorni di frenesia, di fretta, di aperitivi, cene e improvvisate a casa alle 14,30 da parte di improbabili parenti, quando i piatti sporchi del pranzo sono ancora sul tavolo o proprio mentre vi stavate organizzando per fare una scappata in centro a comprare quell'ultimo regalo. Ecco da Babbo Natale vorrei tanto delle ore: sì avete capito bene: qualche ora di sonno, qualche ora di noia... avete presente quando la casa è stra pulita e silenziosa e vi ritrovate lì a dire "e adesso che faccio!?". Ecco vorrei quella sensazione di inutilità, perché io ultimamente mi ritrovo con una duenne che corre in ogni dove cantando e ogni volta che mi passa davanti ha in mano un oggetto diverso che io credevo perduto chissà dove, ma lei è riuscita a ripescarlo in veramente poco tempo e il più delle volte è qualcosa di pericoloso. Tutto questo mentre intorno a me regna il caos più assoluto e la mia casa  assomiglia tanto a quelle che si vedono in "Malati di pulito" o "Accumulatori seriali" e non mi resta che chiedermi: "e adesso da dove comincio?".


Già che ci sono vorrei anche degli altri capelli: quelli che come li metti stanno, anche se non li pettini, anche se non li asciughi... Poi vorrei vedere dei posti nuovi... anzi più che nuovi lontani.... E già che siamo nelle richieste impossibili vorrei vedere Max Biaggi vincere una gara dal vivo. Lo so che si è ritirato, ma cavolo lui è il mio idolo da sempre, quello del quale sai tutto a 'mo di stalker e che ancora conservi nel portafoglio una foto stropicciata ritagliata da un Cioè del 1994; ho visto tante di quelle gare sue dal vivo che non riesco nemmeno più a contarle e in quelle gare hanno vinto tutti, tutti, tutti, tranne lui!!! Anche Kenny Roberts Junior, che forse molti di voi manco sanno chi è! E se desidero tanto questa cosa è perché è nel mio elenco delle cose che vorrei fare/vedere prima di morire e al momento è l'unica che molto probabilmente non riuscirò mai a depennare... non vi dico quanto mi girano le scatole.
Vorrei tanta leggerezza, non dover affrontare solo cose serie... beh anche un po' di leggerezza nel peso non guasterebbe, anzi... se possibile ho una decina di chili dei quali farei volentieri a meno. Vorrei non dover guardare l'attestato della mia laurea con un sospiro pensando "ma quanti soldi ho fatto buttare ai miei per avere questo quadretto che non è nemmeno così bello"; ero partita con così tanto entusiasmo che pentirmene è una cosa troppo frustante, perché io non ho mai avuto nemmeno un dubbio su quello che volevo studiare, mai, mai, mai dai 13 anni in poi quindi reputarlo un errore a quasi una decina d'anni dalla realizzazione di questo obiettivo è triste, molto triste.
Ma più di tutto vorrei tanti sorrisi e tanta serenità. Della mia bimba, delle persone che amo, ma anche di chiunque arriva a casa la sera stravolto da una giornata di lavoro solo per arrivare dignitosamente alla fine del mese, di chi ha preso pugni nello stomaco da parte della vita, di chi è buono dentro e si fa il suo senza danneggiare gli altri. Vorrei non dover vedere più nessuno piangere in tv reclamando giustizia o ricordando qualcuno che gli è stato portato via troppo presto. Basta al dolore che nessuno dovrebbe provare.

Mi sto rendendo conto che questo post sta prendendo una piega triste, una piega che non dovrebbe prendere anche se il Natale è la festa più malinconica che esista tutti meritano di passarla bene, circondati dall'amore e dal rumore delle risate, quelle belle che escono e scaldano il cuore. Quindi a te che sei arrivato fino alla fine del post, ma anche a te che nemmeno hai aperto questa pagina ti auguro di ridere, di divertirti e trascorrere il Natale che desideri e che meriti...

9 commenti:

  1. Non sono cose impossibili, paradossalmente anche il tempo: ci si riesce oraganizzandosi al meglio, ma senza pianificare tutto (altrimenti poi subentra la paranoia XD) e così anche le cene improvvise e inaspettate possono far nascere delle gioie :)
    Buona Vigilia e BUON NATALE ;)

    Moz-

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io sono un disastro... quando cerco di fare ordine e provo a organizzarmi creo ancora più caos!
      Spero che anche tu abbia passato un Buon Natale.

      Elimina
  2. anche io faccio le scalette cartacee... e non le rispetto mai!

    buon natale nat!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Aaaaahhhh le scalette... eppure non riesco fare a meno di farle!
      Spero che anche tu abbia trascorso un buon Natale!

      Elimina
  3. anche io faccio le scalette cartacee... e non le rispetto mai!

    buon natale nat!

    RispondiElimina
  4. Io mi sono laureata proprio 20 anni fa,faccio un lavoro che mi piace, ma ancoea devo difendermi da quelli che dicono che la laurea non serve.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Credo sia bellissimo fare un lavoro che piace... spero un giorno di poter provare anche io una sensazione simile!

      Elimina
  5. Spero che Babbo Natale ti accontenti in tante, tantissime cose!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie mille. Faccio lo stesso augurio anche a te!

      Elimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...