giovedì 8 marzo 2018

Il parco di VILLA DUCHESSA di GALLIERA

Genova Nervi. Dentro al Parco Storico di Villa Duchessa di Galliera.
In questo periodo sto sistemando il mio caotico blog. Ci vorrà più tempo del previsto, ma non ho fretta. Un pezzo alla volta, pian pianino senza limiti, senza termini. Nel frattempo ho anche aperto una pagina Facebook dedicata a questo angolino che mi sono ritagliata (erano solo 4 anni che ci pensavo), quindi se già riuscivo a perdermi in un bicchier d'acqua quando il bicchiere era solo il blog, adesso che ho anche un bicchiere per Instagram, uno per Facebook, uno per Google+ e uno per Twitter figuriamoci...
Comunque tra una sistemata di qui e una stories di là cerco anche di pubblicare vecchie bozze ormai dimenticate e dopo Verona che era la più vecchia di tutte (e che nel suo piccolo ha avuto un certo successo) ho rimesso mano a una molto più recente che risale all'autunno scorso, quella sul Parco di Villa Duchessa di Galliera.


Parco Storico di Villa Duchessa di Galliera. Dettaglio di una roccia.
Questa gita è stata un vero e proprio supplizio che è iniziato oltre un anno fa. Chi mi segue sa la mia passione per i parchi e le zone verdi, quindi quando ho scoperto l'esistenza di questo bosco nel cuore di Genova non ho esitato nemmeno un momento e sono partita con l'organizzazione di questa giornata che data la vicinanza a casa non necessitava di particolari preparativi. La prima volta è stato a novembre 2016, proprio quando è venuto quell'alluvione che ha lasciato quei segni che sono visibili ancora oggi: rimandato a data da destinarsi causa festività natalizie, nevicate, giornate fredde...

Panorama che si gode dal Parco Storico di Villa Duchessa di Galliera.
Panorama che si gode dal Parco Storico di Villa Duchessa di Galliera.
Panorama che si gode dal Parco Storico di Villa Duchessa di Galliera.
Quella domenica di sole e di primavera tutto era filato liscio: siamo riusciti a mangiare e preparaci in un batter d'occhio. Ambra stranamente si era lasciata vestire senza scappare nuda per casa, si era lasciata legare al seggiolino senza nemmeno un gemito (di solito sono urla e pianti disperati) e all'imbocco dell'autostrada già dormiva. Abbiamo fatto un bel viaggio, il primo dopo mesi e mesi senza ascoltare L'Elefante con le Ghette e senza trovare traffico. Arrivati a destinazione, proprio vicino all'ingresso abbiamo trovato un bel parcheggio non a pagamento, il sole caldo era il coronamento di quella giornata che stava scorrendo troppo liscia. Scendiamo dalla macchina e mentre Marco prepara il passeggino io cerco la giacca per vestire Ambra... la giacca... dov è la giacca? La giacca era a casa, appoggiata sul divano e seppur facesse caldo non era ancora il tempo di scoprirsi. Abbiamo fatto non so quanti km alla ricerca di un negozio/supermercato aperto che vendesse abbigliamento per bambini fino ad arrivare alla Fiumara che quel giorno era iper piena di gente, così tanta da non trovare un parcheggio vuoto. Abbiamo aspettato che si liberasse un posto, siamo scesi a fare merenda e siamo tornati a casa.

Cascata nel Parco Storico di Villa Duchessa di Galliera.
Cascata nel Parco Storico di Villa Duchessa di Galliera.
Cascata nel Parco Storico di Villa Duchessa di Galliera.
E' stato l'autunno a riportarci al Parco di Villa Duchessa di Galliera e anche se il viaggio non + stato una passeggiata come l'altra volta per il traffico, il parcheggio che non c'era e Ambra che mi ha fatto cantare per tutto il tempo La Ciribiricoccola, siamo arrivati a destinazione e ci siamo goduti il nostro piacevole pomeriggio immersi nel verde di una città.

Dentro alla grotta e dietro alla cascata del Parco Storico di Villa Duchessa di Galliera.
Dentro alla grotta nel Parco Storico di Villa Duchessa di Galliera.
Ingresso della grotta nel Parco Storico di Villa Duchessa di Galliera.
Il Parco Storico di Villa Duchessa di Galliera è un parco costruito intorno a una villa che si estende per 32 ettari, 28 dei quali visitabili attraverso 18 km di viali. E' il parco più esteso della Liguria e qui potrete trovare davvero di tutto: dagli splendidi panorami sul mare ai sentieri immersi nel bosco dove i rumori e le luci della città non arrivano, dai praticelli più o meno grandi a ampi prati dove poter fare dei pic-nic alle cascate, dalle grotte buie e tortuose ad artistiche costruzioni abbandonate nel verde, dall'area giochi per bambini agli animaletti più o meno domestici.

Una tartaruga nel Parco Storico di Villa Duchessa di Galliera.
La Villa Duchessa di Galliera.
 C'è anche un recinto coi daini che noi non siamo riusciti a raggiungere causa una bellissima area giochi piazzata quasi all'inizio del parco. Quindi dobbiamo per forza tornarci!

INFO PER LA VISITA

* COME RAGGIUNGERE il PARCO. Il parco si trova a Genova Voltri. Se siete soliti muovervi coi mezzi pubblici qui c'è la stazione ferroviaria, in alternativa c'è l'aeroporto di Genova che si trova a una decina di km e che è collegato a Voltri con l'autobus. Se come noi viaggiate in automobile sul lato mare ci sono diversi parcheggi e nella zona delle Poste ce ne sono anche alcuni non a pagamento; ho notato che la domenica la maggior parte delle attività sono chiuse quindi è più facile trovare parcheggio. L'ingresso al parco rimane dietro alle case e non ha posteggi nelle immediate vicinanze (ve lo dico così evitate di arrivare lì davanti in macchina per niente).

*  PERIODO IDEALE. Personalmente sconsiglio l'estate anche perché essendo una zona di mare ci sarà molto casino. L'ideale sono quelle giornate di inizio autunno e di primavera quando il sole è ancora caldo e piacevole.

Giardino all'italiana nel Parco Storico di Villa Duchessa di Galliera.
* PREZZI. L'ingresso al parco è gratuito. Quando siamo andati noi il giardino all'italiana era chiuso, ma ho letto sul sito che per quella visitare quella parte c'è un biglietto da pagare.

* BAMBINI. Ai bambini piacerà sicuramente perché possono scorrazzare liberi nei prati, c'è l'area giochi e il recinto dei daini li entusiasmerà. Se avete il passeggino (o bambini che sono nella fase esco solo in bicicletta o col monopattino) vi consiglio di lasciarlo in macchina perché in molte zone il terreo è dissestato o non asfaltato e si possono incontrare delle scale. A questo proposito ho letto sul sito che c'è un ingresso disabili, ma comunque l'accesso con mezzi con le ruote non è semplice.

* BAGNI E ZONE RISTORO. Sarò sincera... non mi ricordo! I bagni mi sembra di averli visti, zone ristoro no. Non so se ce ne sono nella zona del recinto dei daini. Ad ogni modo il parco si trova nel cuore di una cittadina quindi fuori dai cancelli ci sono bar e ristoranti.

* CONSIGLIO PERSONALE e SITO. Stampatevi una cartina perché il parco è gigante e pieno di strade che s'incrociano e seppur ci siano molti cartelli, alcuni sono rotti o resi illeggibili dal tempo. La cartina e tutte le altre informazioni le trovate sul sito ufficiale (Qui il link).


Spiaggia di Genova Voltri.
Ovviamente prima di tornare a casa siamo anche dovuti passare in spiaggia a giocare con la sabbia!!!

6 commenti:

  1. Che posticino meraviglioso *.* Sembra quasi un parco incantato!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E' vero... in certi punti sembra di essere in una fiaba!

      Elimina
  2. Non lo conoscevo, accipicchia mi sveli parti dells nostra Liguria che ignoravo del tutto!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sono contenta... abbiamo degli angoli che sono pazzeschi!

      Elimina
  3. This looks so dreamy, I would love to visit, thanks for sharing..

    https://clicknorder.pk online shopping in pakistan

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie a te per essere passata di qua ;)

      Elimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...