mercoledì 24 gennaio 2018

Vi presento Millesimo


Anno nuovo, caos vecchio! Ma perché non riesco ad essere organizzata e precisa...??? Giuro che ci provo, ma proprio non ci riesco. Così tra i mille titoli per i nuovi post e un'influenza così terrificante da scalare rapidamente la classifica di quelle più brutte mai fatte ho deciso di parlarvi di un posto a me molto caro, quello al quale voglio più bene... il mio paese.

PRIMA DI TUTTO DOVE SIAMO

Siamo a Millesimo, un paese di poco più di tremila abitanti dove tutti conoscono tutti (e quando capirò se questo è un bene o un male ve lo farò sapere). Siamo in Liguria nell'entroterra di Savona (che si trova a una ventina di km) e ai confini con quella parte di Piemonte che è conosciuta in tutto il mondo col nome di Langhe.
DUE BUONI MOTIVI PER VISITARLO

1) Innanzi tutto Millesimo è uno dei Borghi più belli d'Italia, quindi se è stato giudicato tale meriterà no una sbirciatina no!?

Las Vegas, riproduzione dell'Arco di Trionfo all'hotel Paris.

Parigi, Arco di Trionfo.
2) Poi è un paese di ricco di storia; sapete che il suo nome è sia a Parigi che a Las Vegas...!? E non sapete il brivido che ho sentito lungo la schiena quando arrivata davanti alla riproduzione dell'Arco di Trionfo nel cuore degli Stati Uniti ho letto il nome del mio paesello sconosciuto. Tutta questa popolarità la dobbiamo a Napoleone che è passato da queste parti nel 1796 ed ha pensato ben di conquistarci...

LE COSE BELLE DA VEDERE

Vi ho convinto a venire? Siete ancora indecisi? Eccovi una carrellata delle cose principali...:







Le foto che avete appena visto ritraggono tutte il Castello del Carretto. Io lo ricordo mezzo diroccato e ricordo anche che a scuola le maestre lo prendevano come esempio proprio quando studiavamo Napoleone; negli ultimi anni l'hanno ristrutturato e spesso ospita delle manifestazioni culturali, dei matrimoni e un piccolo museo.


Piazza Italia durante la Festa del Tartufo. La foto è stata scattata dall'ingresso del Palazzo del Comune.
Il Palazzo del Comune è l'edificio con la torretta bianca al centro.

La strada principale si chiama Piazza Italia anche se in realtà è una via. Anche lei ha subito un grande restauro negli ultimi anni; una volta era una normale strada asfaltata con ben due distributori di benzina. Oggi le auto continuano a passarci anche se dovrebbero dare la precedenza ai pedoni, al posto dell'asfalto c'è un bel ciottolato (quindi se usate i tacchi vi consiglio di lasciarli in valigia) con ai lati delle eleganti lastre scure che fungono da marciapiedi, ma attenti se piove o nevica: quel marciapiede ha fatto più vittime della peste bubbonica narrata dal Manzoni.
In fondo alla via c'è il bianco Palazzo Comunale che ospitò i Del Carretto quando Napoleone gli distrusse il castello. Al suo interno è custodito un altare dove nel 1809 il Papa Pio VII celebrò la messa. Il Pontefice transitò da Millesimo mentre era prigioniero di Napoleone (eh sì... ancora lui)...





Parallela a questa strada c'è Via Roma, la vecchia via principale che costeggiava il fiume Bormida. Questa stradina stretta e buia odora di vecchio, di umidità, di storie da raccontare. Qui non c'è niente da vedere, ma ci sono mille angoli dove perdersi, carruggi bui che portano o in piazza o sulle rive del fiume. C'è la Cappella di San Rocco che ospita un presepe ambientato proprio a Millesimo, c'è la casa dove il 9 novembre 1206 è stato fondato questo paese (mia figlia è nata lo stesso giorno) e c'è l'ingresso di quello che è il monumento principale e caratteristico di Millesimo: La Gaietta.

Millesimo, foto scattata dalla passeggiata lungo il Fiume Bormida.









La Gaietta è un ponte romano di pietra che attraversa il fiume Bormida e che è sullo stemma di Millesimo. Una volta aveva un'altra torre che venne distrutta da un alluvione nel 1700 e da allora per raggiungere l'altra riva del fiume è stata messa una passerella sospesa che spaventa e diverte i turisti. A dire il vero non è l'unico ponte tibetano che attraversa il fiume, infatti poco più in su (all'altezza del castello) ce n'è un'altra che collega il centro del paese ad una strada sterrata che costeggia il fiume, davvero bella per fare delle passeggiate e ammirare gli animaletti che abitano il fiume (nutrie, aironi, anatre...); questo sentiero è stato però distrutto dalle piogge del novembre 2016 ed è ancora oggi in ristrutturazione.




Appena fuori dal centro, sempre affacciata sul fiume c'è la chiesa più bella: Santa Maria Extra Muros. Da come lo si può dedurre dal nome una volta era al di fuori delle mura del comune ed era circondata da un cimitero che qualche anno fa è stato bonificato. E' bella, semplice e imponente.






 Un pochino più distante, ma sempre raggiungibile in pochi minuti a piedi c'è il Monastero di Santo Stefano. Questo edificio oggi è di proprietà privata, ma lo si può visitare per mille motivi: ospita un B&B, un ristorante e un birrificio. Sono molto legata a questo posto perché per i primi 23 anni della mia vita ho abitato qui vicino e poi perché qui è stata ospite Liala la scrittrice lombarda che racconta la sua esperienza millesimese nell'autobiografia Ombre e Fiori sul mio cammino, quindi io essendo amante della scrittura e della lettura ho sempre trovato una cosa affascinante..


Questo è il cuore del paese, ma c'è molto anche al di fuori. A pochi chilometri c'è il Santuario di Nostra signora del Deserto, visitato ogni anno da tantissimi pellegrini molti dei quali la raggiungono a piedi (ve ne parlerò in un altro post), oppure il parco regionale del Bric Tana dove potrete fare una bella passeggiata nel bosco e restando in tema di passeggiate vi ripropongo questa che avevo fatto qualche anno fa.

QUANDO VENIRE.

Non c'è una stagione particolare. In inverno può nevicare, anzi nevica almeno una volta l'anno però la situazione si risolve nelle 24/48 ore successive... per essere più chiara: se deciderete di venire in inverno non dovrete portarvi i dopo sci.

In primavera una volta c'era il Rally, ultimamente però l'hanno fatto in autunno e poi anche in estate. Se amate il genere è molto bello tanto da far venire anche Valentino Rossi a fare una prova speciale qualche anno fa. In estate c'è il Luglio Millesimese, una festa che dura tutto il mese e che impegna quasi ogni sera con negozi aperti fino a notte fonda, balli, sfilate e stand gastronomici. L'ultima settimana di settembre invece c'è la famosa Fiera del Tartufo che è davvero molto quotata.
Comunque vi rimando al sito del comune per le informazioni in merito.

COME RAGGIUNGERLO
La via più veloce per arrivare è l'autostrada, con l'uscita proprio a due passi dal centro e non preoccupatevu per i parcheggi perché per ora quelli a pagamento qui non ci sono ancora; al massimo potrete incappare in qualche zona a disco.
Se viaggiate in treno la stazione più vicina è nel comune di Cengio che si trova davvero a due passi ed è collegato a Millesimo con le corriere.
Per quanto riguarda gli aeroporti... siamo mal messi. I più vicini sono quelli di Levaldigi a Cuneo o quello di Albenga. Per trovare un aeroporto un po' più grande ci si sposta o a Torino, o a Genova oppure a Nizza.

14 commenti:

  1. Bellissimo il ponte con la torre che prima eran due :)
    Sai che assomiglia, in diverse foto, al posto dove vivo io?
    Più o meno l'atmosfera generale è quella.

    Moz-

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma dai!? Che bello... scrivimi il nome del tuo paese così se passo dalle parti me lo segno!

      Elimina
  2. Non conosco Millesimo ma amo molto la Liguria.
    Credo che sia una cittadina molto bella e vedo molti monumenti che meritano di essere visti. Belle foto ! Un saluto

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie mille... io sono di parte, ma come borgo è carino... mezza giornata e lo visiti tutto!

      Elimina
  3. e io che lo conoscevo solo per l'uscita dell'autostrada che porta al mare!

    Se una volta deciderò di uscire e farci un passaggio sicuramente ti scriverò :)

    RispondiElimina
  4. Non sono mai stato in Liguria ma questo tuo borgo è veramente carino! Mi sarebbe piaciuto vivere in un posto con così tanta storia tangibile!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì... tutto sommato qui si sta bene!

      Elimina
  5. ma che bel posticino!
    Sono stata in Liguria ma non lo conoscevo...

    Comunque mi sono appena aggiunta ai tuoi lettori fissi!

    RispondiElimina
  6. Scusa ti avevo scritto un commento, ma temo si sia svanito ufff...
    Complimenti per il tuo paese che non conoscevo!

    RispondiElimina
  7. Post molto carino, il paese non lo conoscevo ma lo trovo stupendo <3 un piccolo borgo che conserva il fascino dell'antico. la Liguria è una regione splendida, è un peccato che abbia avuto pochissimo modo di visitarla. se dovessi rimediare, passerò da Millesimo :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Secondo me la Liguria è molto bella, ma poco valorizzata... se passi di qui fammelo sapere ;)

      Elimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...